Accesso civico generalizzato

(d.lgs. n. 33/2013 – art. 1, comma 1, per come modificato dall’art. 2 del d.lgs.n. 97/2016)

E’ la libera modalità di accesso ovvero FOIA (Freedom of Information Act) ai dati e documenti in possesso delle amministrazioni da parte di qualunque soggetto interessato, a prescindere dal possesso di un particolare requisito di qualificazione.

Scopo della trasparenza non si riduce al solo “favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche”, ma anche a garantire una forma di accessibilità totale, in funzione di tutela dei diritti fondamentali che, come si intuisce dalla lettura del comma 2 dell’art. 1 del D.lgs. 33/2013, sono da farsi riferire a “libertà individuali e collettive”, nonché ai “diritti civili, politici e sociali”, al diritto ad una buona amministrazione e alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino.

Il legislatore ha voluto estendere il diritto di trasparenza prevedendo una libera modalità di accesso a dati e documenti in possesso delle amministrazioni.

E’ il modello già presente negli ordinamenti anglosassoni, che prende il nome di FOIA (Freedom Of Information Act), il cui fine è rappresentato precipuamente dalla libertà di accedere alle informazioni possedute dagli apparati pubblici.

Attraverso questo sistema le più moderne democrazie liberali attraverso la statuizione del diritto di conoscere mirano a consentire un controllo diffuso dell’operato amministrativo al fine di prevenire fenomeni di corruzione, per garantire una consapevole partecipazione dei cittadini alle scelte di politica pubblica e per rafforzare la legittimazione della PA.

La distinzione tra diritto di accesso alle informazioni ambientali (d.lgs. n. 195/2005 – d.lgs. n. 152/2006 – art. 3 sexies.) e diritto all’accesso civico generalizzato è costituito dal fatto che il secondo costituisce regola generale adattabile a tutte le tipologie di dati ed informazioni mentre il primo è relativo esclusivamente alle tipologie di dati ed informazioni ambientali.

Per effettuare una richiesta di accesso civico generalizzato compilare on line il MODULO predisposto. Completata la procedura di inserimento dei dati richiesta ed inviato il modulo, il sistema restituisce un immediato riscontro tramite l’invio di una email di conferma.

Per coloro che non volessero inserire la richiesta on line è disponibile il modulo in formato cartaceo da inviare all’Ente di competenza.

Per effettuare una richiesta di riesame rispetto ad un diniego ad accedere alle informazioni richieste compilare e inviare il MODULO predisposto o scaricare e inviare il  modulo in formato cartaceo.

Si invita inoltre, a conclusione della procedura di richiesta di accesso, a compilare la Scheda di soddisfazione dell’utente.

Come esercitare il diritto di accesso civico generalizzato